“Così cominciò il nostro amore”

Non capita spesso che un sovrano regnante racconti in prima persona l’incontro con la donna della sua vita e il matrimonio con lei. Ranieri di Monaco lo fa dieci anni dopo aver sposato Grace Kelly, su Oggi n. 30 del 1966. Ecco il testo, raccolto dal giornalista inglese Peter Hawkins e pubblicato allora in esclusiva mondiale.

Continua a leggere “Così cominciò il nostro amore”

Secondo Natale a Monaco

a974e05e - Copia

Monaco, dicembre 1957. Grace di Monaco è ritornata a casa dopo un soggiorno a Londra che avrebbe dovuto essere relativamente breve ma si è prolungato a causa di una noiosa forma influenzale che ha colpito sia la principessa sia il consorte. La malattia ha ritardato di quindici giorni il programma delle feste di fine d’anno del principato: Grace adesso è molto indaffarata a recuperare il tempo perduto. Tra l’altro, anche la principessa Carolina, primogenita dei sovrani di Monaco, è attualmente raffreddata. I vari impegni della piccola corte di Monaco e della vita familiare vengono assolti nel modo più esauriente e fervido da Grace, sebbene ella sla in attesa di un nuovo figlio la cui nascita dovrebbe avvenire, a quanto si dice a Monaco, il prossimo marzo. La sovrana cura ogni particolare nell’arredamento della reggia che in questi ultimi tempi ha subito una completa trasformazione: soprattutto ha a cuore le stanze che sono già state dedicate al nascituro. La sovrana di Monaco ha voluto inoltre preparare personalmente l’albero di Natale con i regali per la piccola Caroline.

Il piccolo Alberto al museo

3a9698dba - Copia

Monaco, aprile 1960. Il principe Ranieri con la moglie Grace ed il secondogenito Alberto, fotografato mentre si avvia a visitare il museo oceanografico del Principato, dove è stata tenuta la cerimonia commemorativa del cinquantenario della fondazione. Era la prima volta che il piccolo Alberto partecipava ad una manifestazione importante e la sua presenza ha attirato l’attenzione del pubblico assai più dei discorsi ufficiali. La principessa è intervenuta alla cerimonia indossando un abito nero di lana a sacco guarnito di piccoli nodi. Sul capo aveva posato un’acconciatura di petali rosa con una veletta leggerissima che scendeva a ombreggiarle la fronte.

Grace e Pio XII

91578586 - Copia

Città del Vaticano, 30 aprile 1957, ore 10. Il Sommo Pontefice Pio XII ha ricevuto In udienza privata i principi Grate e Ranieri di Monaco. L’udienza si è svolta nella sala del Tronetto, secondo i canoni del cerimoniale predisposto dalla compe tonte Congregazione vaticana. Il corteo delle macchine, sulle quali avevano preso posto i principi e il loro seguito, è arrivato in Piatta San Pietro alle 9.50 ed è entrato nel cortile di San Dama so dove l corpi armati pontifici hanno reso l’onore dello armi. Ranieri ha risposto salutando militarmente. L’udienza privata di Pio XII è durata circa mezz’ora. Nella fotografia: Pio XII e la principessa Grace, che indossa un semplicissimo abito nero e una mantiglia di pizzo prezioso fermato da un diadema di brillanti. Terminata l’udienza, dalla quale Grace è uscita visibilmente commossa, i sovrani di Monaco si sono recati in San Pietro a pregare sulla tomba del Principe degli Apostoli. All’uscita sono stati circondati da una folla enorme che voleva esprimere la sua simpatia per gli ospiti illustri. È stato necessario l’intervento della Guardia Svizzera per ricondurre alla calma gli ammiratori troppo entusiasti.

Caroline a tre mesi di vita

HPIAAO - Copia

Monaco, aprile 1957, giardino privato del palazzo dei Grimaldi. Il principe Ranieri e la principessa Grace contemplano affettuosamente la loro primogenita Carolina Luisa Margherita. La bimba ha compiuto tre mesi il 23 aprile scorso: in tale occasione i sovrani di Monaco hanno concesso all’inviato di Oggi di riprendere un servizio fotografico, in esclusiva mondiale. La principessina cresce sana e vivace; è bionda come la mamma ma ha gli occhi turchini e i lineamenti dei padre. Pur essendo sorvegliata di continuo dai geni¬tori. è affidata alle cure della “nurse” svizzera Margherita Stahl, che a suo tempo le insegnerà contemporaneamente l’inglese, il francese e il tedesco. L’inglese è la lingua in cui abitualmente conversano fra loro i principi di Monaco: Grace però ha ormai perfezionato il suo francese, e ha intenzione di apprendere dal marito anche l’italiano.